IN ASSEMBLEA SOLTANTO UNO DEI COMPROPRIETARI

LA DOMANDA In un condominio una unità immobiliare, appartenuta a un defunto, è ora una proprietà indivisa tra il figlio del de cuius, erede legittimario (per una quota del 52 per cento) e il nipote, erede testamentario (per il restante 48 per cento). Posto che, come stabilito dalla legge, l'amministratore invia a entrambi gli eredi la convocazione dell'assemblea, si chiede se possono parteciparvi entrambi e votare in base ai loro millesimi, o se, invece, all'assemblea e alle votazioni può partecipare uno solo dei due.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?