EREDI: UN ATTO SCRITTO CHIUDE LA GESTIONE COMUNE

LA DOMANDA Un padre, deceduto nel 1997, lascia in eredità immobili, terreni e soldi. La moglie rinuncia a favore dei due figli. Per volontà comune, il figlio maschio amministra a nome proprio il patrimonio finanziario. Recentemente è deceduta anche la madre e ora il figlio maschio vuole riconoscere alla sorella la quota di eredità mai a lei intestata. Come ci consigliate di procedere? È sufficiente un bonifico bancario alla sorella?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?