«LARGO» COINVOLGIMENTO DELL'ACQUIRENTE ALL'ASTA

LA DOMANDA In una palazzina di otto appartamenti, uno, di proprietà del signor A, viene messo all’asta nel 2013 e acquistato, nel gennaio 2015, dal signor B. Quest’ultimo paga tutti i contributi dovuti dal signor A relativamente alla gestione 1° novembre 2013 - 31 ottobre 2014 e quelli di sua spettanza relativi alla gestione 2014-2015. La rimanenza di quanto dovuto dal signor A viene divisa fra sette condòmini, con l’esclusione del nuovo condomino B. È giusta tale divisione dei residui contributi di A? Secondo me, B, avendo acquistato l’appartamento di A, è diventato condomino a tutti gli effetti e, quindi, deve contribuire anche lui al pagamento del residuo debito del precedente proprietario.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?