DUE STRADE PER CHIEDERE LA RETTIFICA DELLE TABELLE

LA DOMANDA Sono proprietario di un immobile commerciale. L'assemblea condominiale ha dato incarico a un tecnico di redigere le nuove tabelle millesimali. Il tecnico ha proceduto e nella tabella A (che dovrebbe indicare la quota di partecipazione alle spese rapportate al valore dell'immobile) ha assegnato ai soli negozi un moltiplicatore 4. La quota millesimale del mio immobile è passata da 10 a 42 millesimi. Tale valutazione è, a mio avviso, palesemente errata e contro ogni logica, anche perché le rilevazioni Omi (Osservatorio mercato immobiliare) danno lo stesso valore al metro quadrato di abitazioni e negozi. Nel caso che l'assemblea, dove la maggioranza è detenuta da proprietari di abitazioni, approvasse per convenienza queste nuove tabelle, come posso far valere le mie ragioni? Posso agire in qualche modo prima dell'approvazione dell'assemblea?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?