BUONO DOVUTO PER LAVORI CHIUSI CON DURC FAVOREVOLE

LA DOMANDA Rappresento una impresa edile. A febbraio 2012 venne presentato, a un Comune della provincia di Potenza, lo stato finale e di ultimazione dei lavori, con Durc positivo, riguardanti una ricostruzione post terremoto (legge 219/1981). Le nostre fatture sono state tutte liquidate, all'epoca, dal committente, nonché titolare del buono-contributo. A oggi, il committente non ha ancora percepito il saldo del buono-contributo finale dal Comune, perché il Durc dell'impresa che rappresento è negativo. Ciò è corretto, considerando che l'impresa, alla data dell'ultimazione dei lavori, risultava regolare, alla luce del Durc, e, quindi, fuori da qualunque responsabilita amministrativa, giuridica ed economica? Preciso che il Comune si appella all'articolo 90 del Dlgs 81/2008.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?