STAGIONALI, IL CALCOLO SI FA SULLE GIORNATE EFFETTIVE

LA DOMANDA Un’azienda vitivinicola, alla data del 31 dicembre 2015, ha un organico aziendale, ai fini della legge 68/1999, composto da 11 tra impiegati ed operai, tutti a tempo indeterminato e pieno. In data 11 gennaio 2016 l’azienda provvede, come ogni anno, all’assunzione di mano d’opera agricola, per cui assume otto operai agricoli, con contratto a tempo pieno e determinato, dall'11 gennaio al 31 ottobre 2016. Le giornate effettivamente lavorate non sono prestabilite, come in altri settori, ma saranno computabili solo in corso di contratto.Si chiede una valutazione in merito all'applicazione dell'articolo 4 della legge 68/1999 e della circolare 4/2000 del ministero del Lavoro, in merito alle attività stagionali. In particolare, con le assunzioni in oggetto (di durata superiore ai sei mesi in termini di tempo), si supera il limite dei 15 lavoratori dipendenti? Con quali adempimenti e termini? O, per le attività stagionali, vanno computate ex post le giornate effettivamente lavorate?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?