ANCHE CHI SI DISTACCA PAGA LA MANUTENZIONE

LA DOMANDA Abito in un condominio di 16 appartamenti, e da circa sette anni mi sono staccata (con autorizzazione dei condòmini) dal riscaldamento centralizzato, provvedendo con uno autonomo. Contribuisco alle spese generali e, con una percentuale del 25 per cento, ai consumi.Avendo l’assemblea deliberato l’installazione delle valvole termostatiche con i relativi ripartitori, il tecnico incaricato per il calcolo delle ripartizione delle spese di riscaldamento (norma Uni 10200) ha determinato una quota pro capite pari al 30 per cento.Sono tenuta a pagare le valvole e i ripartitori? Dovrò continuare a pagare una parte del consumo generale, e in quale modo sarà determinata la percentuale a mio carico?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?