L'ACQUISTO A PREZZO PIENO NON LEDE LA LEGITTIMA

LA DOMANDA Mia moglie desidera acquistare dalla madre la casa dove quest'ultima risiede (anche per poter poi provvedere ai lavori di messa in sicurezza e ristrutturazione dell'edificio) lasciando a lei l'usufrutto. La madre possiede questo unico bene immobile. Come può mia moglie tutelarsi, anche in sede di atto di vendita notarile, in merito ad eventuali richieste di risarcimento per violazione della quota legittima di successione da parte degli altri eredi (le sue quattro sorelle), che comunque non vogliono attualmente partecipare alle spese cogenti di ristrutturazione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?