LA CORRETTA ATTRIBUZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE

LA DOMANDA Dovrei subentrare come rappresentante legale in una società sportiva dilettantistica a responsabilità limitata, senza fini di lucro. Nel contratto di locazione ad uso diverso dall'abitativo, è scritto che il “locale è classificato con categoria C/2 ed è adibito ad attività sportiva che, comunque, non comporta contatti diretti con il pubblico degli utenti e dei consumatori. La verifica di compatibilità tra attività sportiva e il magazzino, comprese eventuali pratiche edilizie comprensive di eventuali oneri di urbanizzazione, saranno a carico del conduttore”. Trattasi, nello specifico, di una palestra di circa 800 mq, frequentata dal pubblico, in uso da oltre 10 anni. La categoria catastale non dovrebbe essere C/4?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?