I REGOLAMENTI CONTRATTUALI «STOPPANO» GLI ASILI NIDO

LA DOMANDA Vorrei sapere se, per aprire un asilo nido in un appartamento condominiale, serve l'autorizzazione degli altri condòmini, e in caso di risposta affermativa, se il "via libera" dev'essere dato all'unanimità o a maggioranza, e con quali quote. Inoltre, per deliberare in materia va convocata un'assemblea straordinaria?Preciso che, secondo il regolamento di condominio, «gli appartamenti dell'edificio potranno essere destinati esclusivamente ad uso di civile abitazione, ogni diverso uso di essi non potrà essere consentito», e «resta ad ogni modo tassativamente vietata la destinazione di uno o più appartamenti ad uso di sanatori e cliniche con possibilità di degenza degli ammalati, scuole di musica, canto o ballo, stanze mobiliate d'affitto, pensioni, alloggio anche temporaneo di persone di dubbia moralità, circoli pubblici o privati, politici o meno, sedi di assicurazioni, istituti privati ed in genere resta vietato qualsiasi uso che possa turbare la tranquillità dei condòmini o che sia contrario all'igiene».

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?