GARANZIA RICEVUTA DA TERZI SENZA RILEVAZIONI CONTABILI

LA DOMANDA Una società ottiene un fido di 30mila euro su un conto corrente bancario. La banca richiede delle garanzie e un terzo, un soggetto privato (padre di uno dei soci della società che ha chiesto il fido), decide di fare da garante per questa società e di comprare 30mila euro di titoli della banca a pegno di tale fido. La società, a causa della crisi, non riesce a rientrare nel fido, e la banca lo chiude, utilizzando il pegno di 30mila euro, costituito dal terzo, padre di uno dei soci.Quali sono le scritture contabili che la società deve fare nel momento in cui la banca concede il fido, e nel momento in cui la banca utilizza il pegno a copertura del fido concesso? In bilancio, la società sarà debitrice del soggetto privato?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?