ADEGUAMENTO BOX: I COMPITI DELL'AMMINISTRATORE

LA DOMANDA Ho acquistato un alloggio in un condominio dei primi anni 70. Sotto il condominio sono disposti 18 garage singoli. Non vi sono mai stati sistemi di areazione, almeno non nei termini richiesti dalla normativa promulgata successivamente. In assemblea l'amministratore propone dei lavori non risolutivi, per i quali il tecnico stesso, a fronte di una spesa ingente, non garantisce. Un condomino sostiene da tempo che la normativa successiva non è da applicare ai condomìni costruiti negli anni precedenti e ha chiesto due volte, in assemblea, all'amministratore di verificare questo fatto, ma senza ottenere risposta. Qual è la procedura da seguire?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?