QUALE REMUNERAZIONE PER IL SOCIO SRL CONVIVENTE

LA DOMANDA Due soci (conviventi, ma non coniugi) formano una Srl commerciale a cui dedicano la loro attività. Il primo è anche amministratore unico e, oltre ad essere iscritto alla gestione commercianti dell'Inps, percepisce un compenso come amministratore.Come riconoscere una retribuzione al secondo socio lavoratore? L'Inps disconosce il rapporto di lavoro dipendente del mero socio, per mancanza del requisito della subordinazione verso la propria convivente. Quindi, scatta l'iscrizione alla gestione commercianti.Non essendo i soci coniugati fra loro, non si può nemmeno pensare di "caricare" il compenso da amministratore anche della remunerazione del lavoro dell'altro socio, rendendo quest'ultimo fiscalmente a carico del primo (con possibilità di deduzione integrale dei contributi). Impensabile, infine, attendere la distribuzione del dividendo che assolve ad altra funzione (remunerazione del capitale e non del lavoro prestato). Mi sfugge qualcosa?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?