L'ADOZIONE PUÒ »CESSARE» SOLO IN CASI GRAVI

LA DOMANDA Una ragazza è stata adottata subito dopo la nascita ed è stata cresciuta da una famiglia fino all'età di 19 anni. Poi, invaghitasi di un ragazzo, è scappata di casa. Si è sposata e ha avuto un bambino, senza farlo sapere alla famiglia adottiva. In seguito ha trovato la madre biologica, con cui vive attualmente, in un appartamento di cui è proprietaria del 25 per cento, a seguito del decesso del padre adottivo, senza pagare il canone di affitto. La madre adottiva, proprietaria dell'altro 75 per cento, pretende il pagamento dell'affitto per la sua parte, ma la ragazza non ne vuole sapere.Quali sono i diritti della giovane dopo che ha ritrovato la madre biologica e ha di fatto "disconosciuto" la madre adottiva? Come si può risolvere il problema a favore della madre adottiva?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?