UN SOLLECITO AL COMUNE PER DEFINIRE LA PRATICA

LA DOMANDA Nel 1986 ho fatto domanda di condono edilizio a un Comune, versando subito il primo bollettino. Nel 1988 il Comune ha risposto, chiedendo di integrare con alcuni documenti (regolarmente consegnati) e con un secondo bollettino (questo non ancora versato), rientrando la tipologia di abuso in A/1, per una porzione di sottotetto (mansarda) con muri perimetrali di altezza di 2,20 metri, situata in condominio su tre piani più il piano mansarde. Io vorrei chiudere il condono, ma il Comune sembra prendere ancora tempo. Che cosa dovrei fare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?