L'INTERVENTO SUI FRONTALINI NON SI DIVIDE PER SCALE

LA DOMANDA Il condominio dove risiedo ha tre scale. In seguito a caduta di calcinacci, verificatasi da una parte comune dell’edificio, l’assemblea ha approvato l’esecuzione dei lavori per il ripristino dei frontalini. L’amministratore ha provveduto al conteggio del riparto dei costi separando la spesa per scala, ognuna con un totale dei valori millesimali diverso, e dividendo il costo totale dei lavori per il totale dei suddetti valori millesimali. Da ciò è scaturito un costo diverso fra le tre scale. Paradossalmente, alcuni proprietari di un immobile con valori millesimali più bassi, ubicati in una scala, hanno dovuto sopportare un esborso maggiore rispetto ai proprietari un di immobile con valori millesimali più alti di un’altra scala.Mi sembra che sia stata ignorata la norma della proporzionalità e dell’uniformità. Vorrei sapere se la procedura seguita ha rispettato le leggi.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?