UNA DIFFIDA AL TECNICO CHE NON REDIGE LE TABELLE

LA DOMANDA Nel 2014 è stato istituito il condominio ed è stato demandato ad un tecnico l'incarico di redigere i millesimi. Siamo nel 2016 e ancora non abbiamo nulla in mano (forse anche per inerzie dell'amministratore che comunque ha fornito le liberatorie dei condomini al tecnico). Una carica condominiale (il presidente dell'assemblea) o un singolo condomino (senza raccogliere firme o fare una riunione che sarebbe costosa e superflua) può presentare una diffida ex articolo 1454 del Codice civile, con intimazione a redigere i millesimi entro 15 giorni (allegando il verbale in cui si demandava l'incarico) e notificarlo all'amministratore, affinchè a sua volta lo notifichi al tecnico incaricato, o notificarlo a entrambi? L'obiettivo è di svincolarsi dal tecnico senza doverlo pagare o fargli richiedere eventuali costi. Il condominio è stato istituito a maggioranza e sono state pagate le spese per il primo anno di gestione, ma senza i millesimi è tutto bloccato.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?