RIFIUTO DELLA RIASSUNZIONE: SI LIBERA UN NUOVO BONUS

LA DOMANDA Un'azienda, che ha licenziato un lavoratore a settembre 2015 per "riduzione di personale", oggi vorrebbe assumere un nuovo lavoratore con sgravio contributivo triennale, ex legge 190/2014. Di norma, per tale nuovo lavoratore non sarebbe possibile assumere con lo sgravio contributivo, avendo effettuato un licenziamento nei sei mesi precedenti, ma, se si invita alla riassunzione il lavoratore licenziato a settembre, per il diritto di precedenza ex articolo 15 della legge 264 del 29 aprile 1949, e quest'ultimo dovesse rifiutare per motivi personali, è possibile assumere il nuovo lavoratore e fruire dello sgravio contributivo? Nella medesima situazione, se il licenziamento fosse stato determinato dal "mancato superamento del periodo di prova", si sarebbe potuto assumere il nuovo lavoratore con lo sgravio contributivo, senza l'invito alla riassunzione del lavoratore licenziato?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?