LE SPESE DI CORRISPONDENZA PER MILLESIMI DI PROPRIETÀ

LA DOMANDA Mi sembra che la Cassazione si sia più volte espressa sul fatto che le spese postali che attengono all'invio della corrispondenza condominiale (avvisi di convocazione assemblea, di invio verbale e altre varie comunicazioni) debbano essere addebitate non singolarmente, ma in proporzione ai millesimi di proprietà. Si chiede se un condomino, dopo anni che chiede inutilmente che sia adottato questo tipo di ripartizione della spesa, può chiedere di annullare la delibera condominiale di approvazione del conto consuntivo nel quale tale voce è addebitata in modo individuale ai singoli condomini, anche se gli altri condomini accettano questo diverso criterio di ripartizione che oltretutto è consigliato dall'amministratore.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?