LA BADANTE OCCASIONALE SI PUÒ PAGARE CON I VOUCHER

LA DOMANDA Mi è giunta voce che nel caso di prestazione occasionale di assistenza domiciliare (badante) effettuata da una persona per un periodo non superiore a 30 giorni annui e per un compenso annuo non superiore a 5.000 euro non debbono essere effettuate, da parte del beneficiario della prestazione medesima, formalità di nessun genere (quali: comunicazioni all’Inps/Inail) né versati contributi, neppure a mezzo voucher. Tali affermazioni corrispondono al vero?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?