I DIVIETI NON SI PRESTANO A INTERPRETAZIONI ESTENSIVE

LA DOMANDA Sono un condomino che intende dare in locazione il proprio appartamento a uno studio professionale medico, cui faranno capo tre singoli medici di base, dopo averne variato la destinazione d'uso in categoria A/10. L'amministratore sostiene che, per procedere, devo prima essere autorizzato dall'assemblea, perché il regolamento, pur consentendo l'uso delle abitazioni a studio professionale e commerciale, lo condiziona al fatto che siano conservati il decoro e la tranquillità dello stabile, aggiungendo che le parti comuni non devono essere assoggettate a un uso eccedente la normalità. Inoltre, l'amministratore sostiene che il regolamento vieta espressamente di destinare gli appartamenti ad ambulatori, circoli, sedi di partito, scuole eccetera.L'amministratore può effettivamente subordinare la locazione alla preventiva autorizzazione dell'assemblea?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?