AUTOLIQUIDAZIONE, INTERESSI COMUNQUE DOVUTI

LA DOMANDA Nel 2004 ho richiesto il condono edilizio per un abuso costruttivo della porzione di bifamiliare che avevo a suo tempo acquistato (a mia insaputa, il tetto era circa 50 centimetri più alto del consentito), pagando l'oblazione e tutto quanto previsto per la formalizzazione della domanda. Al limite della scadenza del termine decennale, l'anno scorso, il Comune accetta la richiesta e mi informa che provvederà al conteggio della parte di oneri di urbanizzazione derivanti dall'aumento di cubatura.Pochi giorni fa, quindi 11 anni dopo la richiesta, mi perviene dal Comune la raccomandata di ingiunzione di pagamento del "delta" di oneri di urbanizzazione. Qui arrivo al punto: il totale prevede una parte non indifferente di oneri (circa 700 euro), relativi a "rivalutazione capitale e interessi legali" dei 10 anni che il Comune ha impiegato prima di darmi una risposta. È corretto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?