AMPLIAMENTO CONCESSO SENZA CAMBIO DESTINAZIONE

LA DOMANDA Con una Dia (dichiarazione di inizio attività) si intende ampliare, con i benefici del piano casa vigente nella Regione Lazio, un fabbricato adibito a laboratorio artigianale e punto vendita aziendale. Il fabbricato interessato dai lavori è stato costruito in applicazione dell'articolo 57 della legge regionale 38/1999, previa dimostrazione della necessità di derogare ai parametri dello strumento urbanistico. La fattibilità e la necessità sono scaturite dal giudizio di una commissione formata da esperti, ed è stata approvata un'apposita convenzione che stabilisce obblighi precisi, tra cui quello di effettuare gli interventi previsti dal programma in relazione al quale è stata richiesta la realizzazione di nuove costruzioni rurali. La parte che si intende realizzare dovrebbe essere adibita ad "area di degustazione e ristoro". È possibile l'ampliamento con il concomitante cambio di destinazione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?