SI VALUTANO SIA L'EDIFICIO CHE LE SINGOLE UNITÀ

LA DOMANDA Relativamente all'applicazione della norma Uni 10200, durante l'assemblea condominiale sono sorte discussioni legate al fatto che nella stima del fabbisogno energetico dei singoli alloggi debbano essere valutate, alla data del sopralluogo, tutte le modifiche apportate all'edificio sia sulle parti comuni (nel caso in questione, quattro anni fa, è stato rifatto completamente il tetto ed è stata creata una coibentazione di 33 cm dove prima c'erano solo le tegole), sia all'interno delle proprietà private (quali doppi serramenti, vetri camera, controsoffitti, coibentazioni intercapedini) e se le stesse debbano essere certificate. Vorrei un vostro parere.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?