MOROSI: L'AMMINISTRATORE HA L'OBBLIGO DEL RECUPERO

LA DOMANDA L’amministratore di un condominio, per persistente mancanza di liquidità, paga con ritardo l’assicurazione dell’immobile (il fabbricato è assicurato con la stessa compagnia da oltre 10 anni). Ecco un esempio: il 2 maggio scade la polizza incendi e calamità naturali. Il 5 giugno, visto il perdurare della mancanza fondi, l’amministratore decide di pagare il premio della polizza con fondi propri. Nel pomeriggio dello stesso giorno (5 giugno) avviene un grave evento naturale che provoca ingenti danni al fabbricato. Ora l’assicurazione non vuole pagare i danni poiché la copertura decorre dalla mezzanotte del giorno di pagamento. Si chiede se l’atteggiamento della compagnia assicuratrice è corretta (tenuto conto che se si paga il premio in ritardo la scadenza della rata successiva rimane ferma); se è corretto, eventualmente, si dovrebbe imputare la responsabilità all’amministratore in caso di mancato pagamento dei danni da parte dell’assicurazione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?