VALVOLE E CONTABILIZZAZIONE SONO OBBLIGATORIE

LA DOMANDA Il nostro condominio, con 10 proprietari, ha un impianto centralizzato per riscaldamento dal 1° novembre al 30 aprile, per 12 ore giornaliere. Di comune accordo l'assemblea ha deciso di ridurre le ore di accensione da 12 a 10. La temperatura non supera i 20°. Ciò ha comportato un sensibile risparmio sul consumo di metano. Ora, l'assemblea ha espresso preoccupazione circa l'obbligo all'obbligo di installare le valvole termostatiche con contabilizzazione del calore, sia per la spesa notevole che per problemi nei singoli appartamenti, legati all'installazione delle valvole stesse, che, oltretutto, non ritengono convenienti ai fini del risparmio, in quanto già provvediamo per conto nostro. Per evitare l'installazione delle valvole, è sufficiente il voto negativo dell'assemblea? Occorre fare una perizia tecnica, e chi ce la potrebbe fare? Inoltre, se la maggioranza decidesse per il sì, i condòmini dissenzienti possono opporsi all'installazione, e l'eventuale sanzione per la non installazione nei loro appartamenti la devono pagare loro?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?