PER SPESE NON NECESSARIE NIENTE DIRITTO DI RIVALSA

LA DOMANDA Due fratelli sono proprietari al 50% di un casale con terreno, abitato solo d'estate con turni concordati. Qualche anno fa hanno cominciato a pensare a un ampliamento, anche per approfittare di certe semplificazioni per i permessi locali. Poiché sembrava che queste dovessero scadere di lì a qualche mese, hanno deciso di impegnare l'importo necessario per far realizzare, a un tecnico locale, il progetto, con relativo permesso di costruire a nome di ambedue i fratelli, e il preventivo per la realizzazione dell'opera finita. Successivamente avrebbero deciso cosa fare.Nel frattempo le esigenze di un fratello sono cambiate per vari motivi, tra i quali anche il previsto aumento del costo dell'opera. Può questi decidere di non partecipare? Se l'altro fratello decidesse di far compiere il lavoro a sue spese, cosa cambierebbe riguardo all'attuale 50-50% di frazionamento della proprietà, e all'uso da parte dei due fratelli?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?