PENSIONATI-COLLABORATORI, IL CONTRATTO DA STIPULARE

LA DOMANDA Qual è la forma contrattuale migliore per inquadrare un pensionato (senza partita Iva), chiamato a svolgere una collaborazione di carattere gestionale e/o amministrativo in un'associazione culturale, con autonomia di presenza e di impegno? Può essere riconducibile a una co.co.co (collaborazione coordinata e continuativa) oppure può presumersi un vincolo di lavoro subordinato?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?