I VICINI RISPONDONO PER LA CADUTA DELLE FOGLIE

LA DOMANDA Un fabbricato civile e un'area con piantumazioni, che si fronteggiano, sono divisi da un torrente pubblico, per una larghezza di circa 5/6 metri. L'area verso la riva del torrente è interessata da querce di notevole altezza (circa 20 metri lineari) che sovrastano notevolmente la copertura del fabbricato civile antistante. Le foglie delle querce, particolarmente in autunno, con la loro caduta, intasano il sistema di raccolta delle acque meteoriche del fabbricato, creando danni alle unità abitative sottostanti la copertura.Può il proprietario del fabbricato costringere legalmente, o tramite giudice conciliatore, l'altro proprietario a effettuare una potatura delle querce, in modo da non superare in altezza la copertura del fabbricato stesso? Per evitare ulteriori danni al fabbricato, oltre a quanto sopra, che cosa si può fare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?