LIMITI NEL REGOLAMENTO PER LE IMMISSIONI DI ODORI

LA DOMANDA I proprietari dell'appartamento sottostante al mio, diversamente da tutti i condomini del palazzo, hanno la cucina sotto la mia camera da letto. La cucina apre con una grande porta-finestra sul loro giardino pensile, in parte sottostante il mio balcone. Soprattutto in estate, sono soliti, dalle 23.30 in poi, rincasare (anche con amici e con i figli piccoli) facendo baccano, organizzando barbecue o cene nel giardino, impedendo il nostro riposo, soffocandoci con i fumi, i grassi e gli odori sgradevoli della loro cucina (la porta-finestra della loro cucina viene sempre tenuta aperta) o del loro barbecue. Oltre ad impedirci il dovuto riposo (siamo infatti stati costretti a tenere le finestre chiuse anche con i 38°c di un'estate torrida) tali fumi impregnano i tessuti di arredo della mia stanza da letto e sono costretta ad effettuarne il lavaggio continuamente. Premetto che sono anche invalida. Come mi posso tutelare?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?