IL DEBITO INESIGIBILE È ONERE GENERALE

LA DOMANDA Ho acquistato un immobile ad un'asta immobiliare e ho provveduto al pagamento delle spese condominiali relative all'anno in corso e all'anno precedente, come previsto dal Codice civile. Siccome sull'unità immobiliare acquistata gravavano spese accumulate negli anni (il ricavato dell'asta non è stato abbastanza capiente per soddisfare anche il credito del condominio), il condominio ha deciso di ripartire per quota millesimale tali spese, addebitandomele pro-quota. È corretto che debba partecipare al ripianamento delle spese che vanno oltre l'anno precedente? Non dovrei essere escluso dal pagamento di tali spese, limitandosi la mia responsabilità in solido con l'esecutato all'anno precedente?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?