CONDOMINIO IN TRIBUNALE: SPESE LEGALI PER MILLESIMI

LA DOMANDA Nel mio condominio siamo dodici proprietari. Dopo circa 9 anni, un giudice ha finalmente emesso la sentenza, condannando il condominio resistente (undici contro uno) a versare una somma di 2.000 euro al condomino che ha vinto la causa. L'amministratore, non appena ha ricevuto la sentenza, ha immediatamente redatto il piano di riparto della somma dovuta dal condominio (gli undici resistenti), esonerando, come stabilito, il condomino vincente. Vorrei sapere se è corretto che l'amministratore abbia ripartito la spesa dovuta, utilizzando la tabella A (spese generali). Era forse più corretto fare la suddivisione in parti uguali tra i condomini soccombenti? Alcuni condomini hanno versato quanto stabilito dall'amministratore. Io gli contesto questa ripartizione. Ho anche convinto due condomini a non versare la quota stabilita. L'amministratore minaccia di eseguire un decreto ingiuntivo nei nostri confronti. È corretto il suo operato?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?