IL NUOVO IMPIANTO TERMICO VA DIVISO PER MILLESIMI

LA DOMANDA Nel mia condominio, un condomino ha ottenuto l'ok dell'assemblea per distaccarsi dal riscaldamento centralizzato. Ora, volendo sostituire la caldaia con una più efficiente e soprattutto sottodimensionata, visto che sono venuti a mancare 318 millesimi, l'amministratore divide la spesa tra i condomini rimasti in parti uguali e non in base ai millesimi, sia pure ritarati per la mancanza dei 318 di cui sopra. L'amministratore ha giustificato la sua scelta dicendo che la sostituzione costituisce un adeguamento e che in Liguria la normativa dice che la spesa va ripartita in parti uguali.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?