L'INTERVENTO SULL'EDERA CONTRO LE INFILTRAZIONI

LA DOMANDA Un complesso residenziale di 3 palazzine ha l'accesso (auto/persone) tramite una rampa lunga 15 m e confinante, su un lato, con un fabbricato di 4 piani lungo 15 m la cui facciata è allo stato grezzo, priva di finestre o aperture varie, ma è ricoperta da un bellissimo mantello di edera rampicante ormai da 30 anni e più.Le radici e il fusto dell'edera sono penetrati nel suolo della rampa di accesso confinante con la facciata. Un condomino lamenta infiltrazioni di acqua nel suo appartamento e chiede la rimozione integrale del mantello e il taglio delle radici invece della sola parte che causa il danno. Si chiede se il condomino può pretendere l'estirpazione dalle radici; se l'amministratore, per dare il consenso, deve avere legittimazione assembleare.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?