UNA DOMANDA AL CATASTO PER SANARE IL DATO ERRATO

LA DOMANDA Nel 1999 ho acquistato la cantina n.2, sub.36, trascritta nel registro immobiliare e al catasto: con “allineamento” rispettato. Casualmente, nel 2013, a seguito di una visura, ho constatato che a settembre 2002 sono stato cancellato indebitamente dagli atti catastali e il sub. 36 è stato assegnato alla cantina n.3. Quest’ultima è stata poi rivenduta con rogito dell’ottobre 2002.Ho fatto istanza al Catasto, il quale ha riscontrato che il mio rogito del 1999, che identificava la cantina n. 2 con il sub. 36 era esatto, mentre la cantina n. 3 doveva essere identificata nel rogito dell’ottobre 2002 con il sub. 37. Pertanto, ricompaio nel 2013 in atti catastali, ma nei Registri immobiliari restano due rogiti che vendono la cantina n. 2 e 3 con lo stesso sub. 36. Ciò potrebbe ciò impedire la rivendita della mia cantina? Serve una rettifica del rogito del 2002? Come potrei ulteriormente tutelarmi nei confronti del vicino di cantina e del Catasto?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?