IL DIRITTO DI RECESSO PER GLI ACQUISTI ONLINE

LA DOMANDA Il 31 marzo scorso acquisto online un telefono cellulare pagando con bonifico; il telefono non arriva nei 10/12 giorni lavorativi previsti e, ad ogni mio sollecito, l’azienda rispondeva che entro la settimana successiva sarebbe arrivato. Dopo due mesi, il 26 maggio, chiedo via mail di recedere perché ho effettivamente necessità del telefono. Mi rispondono che non è necessaria la raccomandata e che i tempi per il rimborso sono di trenta giorni solari. Il 28 maggio trovo l’avviso del corriere per una consegna, chiamo il corriere e scopro che è il telefono, che però io nel frattempo ho acquistato da un’altra parte. Chiamo l’azienda (con difficoltà) comunicando che non avrei ritirato il pacco in quanto l’articolo era già stato da me acquistato; chiedo nuovamente se devo inviare la raccomandata e mi confermano che non è necessaria e che entro trenta giorni riceverò il rimborso. Ad oggi ancora nulla, nonostante i solleciti. Cosa devo fare per far valere i miei diritti?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?