UN CONTROLLO SUI CONSUMI ANOMALI DELL'ACQUA CALDA

LA DOMANDA Abito in un condominio dove ci sono sia il riscaldamento che l’acqua centralizzata. Per quanto riguarda il riscaldamento, nella prossima assemblea dovremmo votare l’applicazione dei contabilizzatori di calore individuali per “trasformare” il riscaldamento da centralizzato a quasi “autonomo”. Invece, per quanto riguarda l’acqua, purtroppo penso di essere abbastanza penalizzato in quanto avendo un numero superiore alla media di “persone acqua” e nonostante stiamo molto attenti ai consumi, ci viene addebitato un consumo di acqua superiore del doppio (in mc) di quanto consumavamo quando eravamo in un appartamento con acqua autonoma. C’è qualche normativa che possa aiutarmi a far ripartire i consumi di acqua in maniera quasi “autonoma”?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?