UNA PROVA PER INDIVIDUARE I BENI «PERSONALISSIMI»

LA DOMANDA Mia moglie e io siamo in regime di comunione dei beni. Mesi addietro ho ereditato, per successione legittima, 10.000 euro in contanti e 55.000 euro in BTp. Con passaggio diretto dalla banca del de cuius alla mia, e senza alcuna specifica particolare, i 10.000 euro sono finiti in un conto corrente cointestato a me e mia moglie, mentre i BTp sono andati in un dossier/conto titoli intestato solo a me. In caso di mio decesso, mia moglie resta titolare (perché in comunione dei beni) delle suddette somme a prescindere dal fatto che mi sono pervenute da eredità e, quindi, non rientrano in comunione? Presciso che non esiste alcun atto specifico che ne attesti la natura ereditaria.Come posso fare perché a mia moglie, di quelle somme, vada solo un terzo, con gli altri due terzi destinati ai due figli?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?