CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE SE AUMENTA IL CARICO

LA DOMANDA Sono un geometra. A dicembre 2014 ho eseguito l'accatastamento di un fabbricato diruto in parte, mai accatastato, con categoria F/2, che in passato fu adibito ad abitazione. Successivamente ho presentato domanda di permesso di costruire, per la ristrutturazione del fabbricato in questione con sagoma e dimensioni uguali a quello esistente. Il Comune sostiene che devono essere pagati sia gli oneri di urbanizzazione sia gli oneri di costruzione per un importo pari a circa 6.000 euro. È corretto chiedere tali oneri per la ristrutturazione di un fabbricato esistente, come se si trattasse di una nuova costruzione? Tale richiesta non è palesemente in contrasto con il decreto del fare, che dovrebbe favorire le ristrutturazioni del patrimonio edilizio esistente?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?