ARRETRATI DOVUTI PER LE TABELLE ERRATE

LA DOMANDA Un condomino ha informato solo oggi l'attuale amministratore che l'area antistante il suo box è di proprietà esclusiva, come risulta dall'atto notarile, e non è parte dell'area comune, come l'amministratore riteneva. La tabella millesimale del 2001 in possesso dell'amministratore considera tale area comune, l'acquisto del box e dell'area esclusiva da parte del condomino è del 2002. Il condomino sostiene di avere informato verbalmente il precedente amministratore, ora deceduto (ma non vi è traccia negli archivi di questo), e chiede di pagare le spese condominiali in base ai nuovi millesimi a partire dal 2015, e non dal 2002.Le spese da sostenere per il ricalcolo dei millesimi sono a carico di tutti i proprietari dei box o del condomino in questione, visto che non ci sono prove che abbia informato il precedente amministratore?È corretta la tesi del condomino secondo cui si dovrebbero pagare dal 2015, e non retroattivamente, le spese condominiali? Cambiando i millesimi, cambiano anche le rendite catastali?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?