VIDEOSORVEGLIANZA, PAGA SOLO CHI È FAVOREVOLE

LA DOMANDA In occasione dell’assemblea ordinaria condominiale, si è discusso sulla possibilità di installare videocamere di sorveglianza come deterrente per eventuali azioni di intrusione illecita nello stabile. È stato chiarito che la maggioranza necessaria per deliberare l’intervento è valida con un numero di voti che rappresenti almeno la metà del valore dell’edificio.Considerando l’elevato costo per coprire l’intera area che comprende oltre ai box interrati e la struttura, dell’edificio con tre scale anche un ampio giardino cintato, vorrei sapere se per tale intervento ci si può avvalere di quanto disposto dall’articolo 1121 del Codice civile, sulle innovazioni gravose, che al secondo comma recita: «Se l’utilizzazione separata non è possibile, l’innovazione non è consentita, salvo che la maggioranza dei condòmini che l’ha deliberata o accettata intenda sopportarne integralmente la spesa».

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?