LE «QUOTE» OBBLIGATORIE PER L'AZIENDA TECNICA

LA DOMANDA Un'azienda che svolge attività di manutenzione delle linee telefoniche, con dipendenti che sono continuamente fuori sede ad effettuare interventi di manutenzione e riparazione guasti, anche addetti alla realizzazione di ripetitori telefonici, è obbligata all'assunzione di disabili?

L'attività descritta non è espressamente richiamata dalla legge tra quelle escluse dall'obbligo di occupare una quota destinata ai lavoratori disabili.Si potrà al massimo ricorrere all'esonero parziale nella misura massima del 60% delle quote obbligatorie facendo domanda alla Regione e documentando le seguenti circostanze:1) le speciali condizioni dell'attività aziendale (che evidenziano la difficoltà di effettuare l'inserimento mirato);2) il numero dei dipendenti per ciascuna unità produttiva per la quale si richiede l'esonero;3) le caratteristiche dell'attività svolta, la consistenza di un eventuale lavoro esterno o articolato su turni;4) il carattere di stabilità sul territorio delle unità operative interessate.L'esonero spetta però per un determinato periodo e comporta il versamento al Fondo regionale dei disabili di una somma paria a 30,64 euro per disabili e per il numero dei giorni di sospensione.

Da: Banca Dati Legale


Per una ricerca più ampia consulta tutti i quesiti del rinnovato servizio dell’Esperto risponde

L’Esperto risponde