I «PALETTI» CHE SEGUONO AI LICENZIAMENTI COLLETTIVI

LA DOMANDA Dopo essere stati messi in mobilità con un licenziamento collettivo, alcuni di noi sono stati riassunti nel 2015, a un mese di distanza, con un contratto a tempo determinato per sei mesi, motivando l'assunzione con l'esigenza di personale per copertura ferie. Di fatto non è così, perché l'azienda in questione sta assumendo anche altro personale nuovo e si sta ingrandendo, ampliando le filiali in zone limitrofe.Mi domando se è lecita questa procedura e se, allo scadere del nuovo contratto, possono non rinnovarlo e confermare invece quelli nuovi. Oltre a questo mi chiedevo se nel nostro caso, avendo già lavorato per questa azienda, sono possibili altre proroghe del contratto a termine fino a 36 mesi.

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?