PER IL CANCELLO «VIETATO» NON C'È USUCAPIONE

LA DOMANDA Abito in un condominio che ha un cancello anche sul retro. Esso, secondo il regolamento condominiale contrattuale è interdetto al passaggio pedonale: la sua funzione è solo quella di consentire l'accesso delle auto allo stabile, limitatamente ai proprietari e/o ai locatari delle autorimesse, gli unici che sono in possesso delle chiavi. Tale regola è richiamata anche da un cartello apposto sul cancello. Nel tempo si è bonariamente consentito l'utilizzo anche da parte di non ne aveva diritto. Per questo uso improprio, ho provveduto a chiedere la revoca di tale uso all'amministratore. Questi mi ha risposto che non poteva procedere, in quanto il diritto era stato acquisito per usucapione. Ha ragione?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?