LA SERVITÙ SI COSTITUISCE CON L'APPROVAZIONE DI TUTTI

LA DOMANDA Vorrei realizzare un piccolo ampliamento della mia abitazione, il quale comporterebbe una riduzione della distanza dal confine del mio fabbricato da cinque a 3,3 metri. Per fare questo è necessario costituire un atto di servitù con i proprietari del condominio che insiste sul lotto rispetto al quale mi avvicino al confine. Secondo le normative vigenti, è necessaria l'approvazione all'unanimità da parte dell'assemblea condominiale o basta la maggioranza? I proprietari possono delegare l'amministratore di condominio per la firma dell'atto? Se sì, serve l'unanimità per la delega oppure è sufficiente la maggioranza?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?