Civile

Cassazione n. 21404

Un'opinione sulla tendenza di una persona manifestata in una intercettazione inserita in un atto penale come nel caso concreto un'ordinanza di custodia cautelare qualora non sia circostanziata e , quindi, idonea a identificare un fatto non costituisce né dato personale né dato sensibile agli effetti del Dlgs 196/2003 e dunque qualora il giornalista nell'esercizio della cronaca giudiziaria pubblichi l'intercettazione non coperta da segreto nel processo penale, non risulta in alcun modo applicabile l'articolo 6 del codice deontologico relativo all'attività ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?